Google Analytics: alcuni suggerimenti per utilizzarlo al meglio

Photo by Scott Graham on Unsplash

1) Generazione del codice di monitoraggio, relativo posizionamento e verifica del suo funzionamento

Innanzitutto per utilizzare Analytics è necessario possedere un account gmail.
Dopodiché accedo ad Analytics → Pannello Amministratore (in basso a sinistra) → Vado nella prima colonna (Account) e clicco su crea account.
Assegno un nome all’account e definisco cosa voglio monitorare: un sito web o un App. Al momento sconsiglio l’opzione App e Web in quanto essendo una funzione BETA è ancora in via di sperimentazione da parte di Google.
Infine inserisco nome e indirizzo del sito da monitorare, definisco il settore di attività dell’azienda e scelgo il fuso orario.

Il codice di monitoraggio di Google Analytics
Il “cartellino” verde di Google Tag Assistant indica che il codice funziona correttamente.

2) Il pannello Amministratore e assegnazione delle giuste autorizzazioni

Un altro errore molto comune che accade più spesso di quanto non si pensi è la mancanza in azienda dell’email e della password dell’account di Google Analytics con le proprietà “Gestisci Utenti”. Spesso ad aprire l’account è infatti un’agenzia che, per evitare manomissioni involontarie della configurazione, consegna al cliente solo un account di consultazione.
È invece fondamentale che tale account sia in possesso del cliente.

  • Modifica: permette di modificare proprietà, viste, filtri, ecc. ma non consente di gestire gli utenti.
  • Collaborazione: consente di creare e modificare risorse condivise come ad esempio dashboard.
  • Lettura ed Analisi: permette di visualizzare dati e rapporti.
La schermata di Analytics per l’attribuzione delle autorizzazioni

3) Creazione di viste personalizzate attraverso i filtri per monitorare solo i dati realmente utili

L’utilizzo dei filtri nella sezione viste ci permette di raccogliere solo i dati che ci interessano escludendo ad esempio il traffico interno aziendale o quello derivante da robots. Questo è particolarmente importante soprattutto nel caso il nostro sito abbia un basso traffico.

  • Non lavorano retroattivamente ma da quando vengono attivati in poi.
  • L’ordine dei filtri è importante. Il primo prevale sul secondo.
  • È fondamentale mantenere una vista priva di filtri per poter sempre accedere a dati non elaborati.
L’applicazione di un filtro per l’escusione del traffico interno

Monitoraggio di eventi specifici all’interno di un sito web

Impostando lo snippet di Analytics all’interno delle pagine del nostro sito web abbiamo la possibilità di monitorare ed accedere a numerose informazioni relative ai nostri visitatori.

Schermata relativa alla panoramica degli eventi in cui posso visualizzare quante volte è stato scaricato il mio CV e il mio Portfolio

--

--

Appassionata di comunicazione digitale, design e viaggi! Per conoscermi meglio: www.giusyghelfi.it o seguimi su instagram: giusy_mountain_addicted

Love podcasts or audiobooks? Learn on the go with our new app.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
Giusy G

Giusy G

2 Followers

Appassionata di comunicazione digitale, design e viaggi! Per conoscermi meglio: www.giusyghelfi.it o seguimi su instagram: giusy_mountain_addicted